Categories
Press

Armenia, evento “Arte per la Prevenzione”

Il 10 giugno 2021 ho partecipato presso il Pontificio Istituto Orientale a Roma all’evento “Arte per la Prevenzione” organizzato dall’Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia. Tra gli eminenti ospiti che sono intervenuti la scrittrice, saggista e poetessa Dacia Maraini, lo storico e critico d’arte, Prof. Claudio Strinati, l’esperto di semiotica e co-autore del libro “Il Genocidio Infinito”, Prof. Ugo Volli e lo storico e autore del libro “Il Genocidio degli Armeni”, Prof. Marcello Flores.

Durante l’evento è stata presentata e commentata l’opera “The Armenian Mother”, del collettivo di artisti italiani Madenotte, realizzata in memoria del Genocidio armeno e ispirata a una fotografia storica scattata nella zona di Aleppo al tempo della prima guerra mondiale che mostra una madre armena che, con accanto la figlia, piange la morte dell’altra figlia più piccola che giace al suolo. La foto originale, che ha ispirato gli artisti, è una delle foto più simboliche del Genocidio armeno ed è conservata nella Biblioteca del Congresso statunitense.

L’evento è stato anche occasione per presentare la traduzione in italiano del libro “Mia nonna d’Armenia” della scrittrice francese Anny Romand, impreziosito dalla prefazione di Dacia Maraini ed edito da La Lepre.

Il libro ha avuto la luce dopo che la scrittrice ha trovato per caso, mentre riordinava le cose di famiglia, un quaderno di settanta pagine di cui non sapeva nulla: il diario scritto da sua nonna nel 1915 in armeno, francese e greco che racconta il viaggio di un gruppo di donne e bambini armeni sulle strade dell’Anatolia, verso il deserto e la morte. Nel libro vengono pubblicati alcuni estratti di quel quaderno che si alternano con le conversazioni che l’autrice aveva con la nonna che l’ha cresciuta. Confrontando il ricordo di quelle conversazioni con le terribili descrizioni del quaderno, Anny Romand rivive l’infinito dolore degli Armeni, filtrato attraverso gli occhi di una bambina.

A mio giudizio, è stata un’iniziativa molto importate che ha contribuito alla costruzione di una cultura della memoria per le generazioni future, unica via reale, per garantire che questi abomini contro l’umanità non si realizzino mai più nella storia.

Categories
Sin categoría

Nagorno-Karabakh: Centemero-Capitanio. Governo si schieri

Le dichiarazioni di Erdogan e del Presidente Aliyev, pronunciate durante la parata militare tenutasi a Baku, ci lasciano esterrefatti e molto preoccupati.
E’ inammissibile che sia stato apertamente confermato l’appoggio militare e diplomatico della Turchia all’Azerbaijan sin dalle prime ore della guerra. Da fonti diplomatiche si apprende anche che uno dei generali azerbaijani durante la parata avrebbe fatto il tipico saluto dei Lupi Grigi, gesto che indica l’appartenenza
al movimento di cui faceva parte l’uomo che cerco’ di uccidere Giovanni Paolo II.

Un attacco inammissibile nei confronti di tutti i cristiani e dei principi nei quali lo Stato italiano si e’ sempre identificato. Inoltre durante la parata Aliyev avrebbe rivendicato anche parti del territorio della Repubblica d’Armenia internazionalmente riconosciuta. Se tutto cio’ fosse confermato, auspichiamo una presa di posizione da parte del governo italiano. Simili dichiarazioni sono inammissibili per i valori della nostra Repubblica e per rispetto di chi si e’ battuto per far valere i principi umanitari contro le mire espansionistiche neo ottomane di Erdogan, in spregio ai diritti civili anche dei suoi stessi cittadini”.

 

Lo dichiarano i deputati della Lega Giulio CENTEMERO, Presidente della sezione Bilaterale di Amicizia Italia-Armenia e
Massimiliano Capitanio, Presidente dell’Intergruppo di Amicizia
Italia Armenia presso la Camera.

Categories
Economy and International relations Finance, business, entrepreneurship

Centemero (Lega): visita del Primo Ministro della Repubblica Di Armenia in Italia.

 

 

‘Si è appena conclusa la visita del Primo Ministro della Repubblica di Armenia, Nikol Pashinyan a Milano. Presenti anche il Ministro dell’ Economia e degli Esteri e l’ambasciatore Armeno in Italia e naturalmente tante imprese italiane.

Sono felice di poter affermare che l’intensa attività della Sezione Bilaterale Italia Armenia che presiedo in parlamento, ha favorito l’intensificarsi dei rapporti diplomatici in questi ultimi mesi’ queste le parole dell’on. Giulio Centemero – Presidente Sezione Bilaterale Italia Armenia.

‘L’incontro avvenuto oggi, organizzato dall’ ambasciata della Repubblica di Armenia in Italia, da Assolombarda e da Ice è stata l’occasione per rafforzare i rapporti economici con quello che è l’Hub commerciale e finanziario d’eccellenza per l’Eurasia e creare di conseguenza opportunità per le nostre imprese’ conclude Centemero.

Categories
Sin categoría

Festa Nazionale della Repubblica di Armenia. 28 Ottobre 2019 – Roma

  

Categories
Economy Economy and International relations Events

La Sezione Bilaterale di Amicizia UIP ITALIA-ARMENIA incontra il Presidente della Commissione Affari Esteri dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Armenia / The UIP Bilateral Friendship Section ITALY-ARMENIA meets the President of the Foreign Affairs Committee of the National Assembly of the Republic of Armenia

 

Questa mattina a Montecitorio, si è tenuto l’incontro tra l’on. Ruben RUBINYAN – Presidente della Commissione Affari Esteri dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Armenia – e la Sezione Bilaterale di Amicizia UIP ITALIA-ARMENIA di cui l’on. Giulio Centemero è Presidente.

Presenti anche l’Ambasciatore della Repubblica di Armenia in Italia, S.E. Victoria Bagdassarian e l’On. Maria Karapetyan, nonché i parlamentari italiani Roberto Bagnasco, Massimiliano Capitanio, Umberto Buratti, Paolo Formentini.

Ha aperto i lavori il Presidente della Sezione Bilaterale, on. Giulio Centemero che ha ribadito la necessità di proseguire nel dialogo sui temi di interesse comune, ampliare i rapporti culturali e sviluppare i temi turistici e tecnologici.

All’ incontro è stata comunicata anche l’intenzione del Primo Ministro armeno, Nikol Pashinyan, protagonista della Rivouzione di velluto, di recarsi in Italia il prossimo 28 ottobre.

“L’Armenia è uno stato che ha subito dei duri attacchi nel corso della storia, ma è riuscito a rialzarsi e credere nel suo grande potenziale umano. Per questo è nostro interesse proseguire e rafforzare i rapporti diplomatici tra i due paesi” ha concluso l’on. Centemero.

 

 

 

This morning at the Chamber of Deputies in Rome a meeting between the Honorable Ruben RUBINYAN MP – chairman of the Committee on Foreign Affairs at the National Assembly of the Republic of Armenia – and the Bilateral Friendship Section of the Interparliamentary Union Italy – Armenia chaired by the Honorable Giulio Centemero MP.
Mr. Rubinyan took part at the meeting together with the Ambassador of the Republic of Armenia in Italy, her Excellency Victoria Bagdassarian and the Honorable Maria Karapetyan also took place at the meeting, while for the Friendship section the Honorable Roberto Bagnasco MP, Massimiliano Capitanio MP, Umberto Buratti MP and Paolo Formentini MP took place at the meeting.
Chairman Centemero opened the meeting highlighting the need to go on in the dialogue on matters of common interest, widen the cultural relations and develop ICT and touristic relations.
During the meeting it has been communicated that Prime Minister Nikol Pashinyan, protagonist of the Velvet Revolution, is willing to visit Italy on the 28th October.
“Armenia is a nation that passed through a lot during history and had always been able to stand back on its feet and believe in its great human potential. This is one of the reasons why we have to strengthen our diplomatic relations” concluded Centemero.