Proroga incarichi Servizi? Parlamento mortificato?

1

 

Buongiorno a tutti da Giulio Centemero su giuliocentemero.com.
La scorsa settimana il Parlamento è stato nuovamente mortificato e con esso il ruolo della democrazia. Martedì sono andato alla Camera convinto di votare riguardo il decreto Emergenza ma d’un tratto il ministro dei rapporti col Parlamento d’Incà ha posto la questione di fiducia sul decreto, cioè è decaduta qualsiasi possibilità da parte del parlamento di emendarlo. Perché? La ragione è semplice; in quel decreto, che doveva solamente prevedere l’allungamento dello stato d’emergenza Il Consiglio dei ministri ha inserito una norma riguardante la durata e la proroga degli incarichi ai direttori di AISE, AISI e DIS, i nostri servizi. Secondo la normativa in vigore i direttori stanno in carica per quattro anni e possono essere rinnovati una sola volta. Nel decreto tale regola è stata modificata in modo come al solito poco chiaro (nell’acqua torbida si pesca meglio) lasciando spazio a diverse interpretazioni tra cui quella di un allungamento della durata degli incarichi. Una durata più lunga può essere inopportuna: la legge 127 del 2007 ha posto i suddetti limiti proprio per evitare che qualcuno permanga troppo a lungo in quelle posizioni. Cinquanta, ripeto, cinquanta deputati del cinque stelle, cioè della stessa maggioranza e partito di Conte, avevano depositato un emendamento per cancellare la nuova modifica e tornare all situazione precedente. Ventotto di loro non hanno partecipato al voto ma non è bastato per fermare quest’ulteriore passo in direzione contraria alla certezza e allo stato di diritto. Grazie per essere stati con me e arrivederci a presto sempre su Giuliocentemero.com.

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories