Roma, 7 nov – “Il ministro Gualtieri batta un colpo su Mediobanca e Unicredit. Finora non ha battuto ciglio. Chiederò chiarimenti in sede parlamentare sia a lui che alle autorità di vigilanza. Se il nostro mercato azionario finisse in mani estere, si depotenzierebbe la nostra economia e contestualmente la capacità di attrarre nuovi investimenti e creare occupazione”. Così il deputato Giulio Centemero, capogruppo Lega in Commissione Finanze della Camera, a proposito della vendita da parte di Unicredit della quota detenuta in Mediobanca.

“Il piano di Delfin su Generali è sempre più scandito – sottolinea Centemero -. Sta diventando centrale il ruolo di Unicredit, la banca guidata dal francese Jean Pierre Mustier, che di Mediobanca è il primo azionista, con l’8,8 per cento e che ieri ha annunciato di mettere in vendita tutte le sue azioni. Se Mustier vendesse a Del Vecchio quest’ultimo diventerebbe il dominus di Generali chiudendo magari la partita con Nagel? In Piazzetta con l’uscita dell’ultima Ex Bin (dopo Comit e BancodiRoma) finirebbe un’era. Partita chiusa?”.

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories