“Inumano ed inaccettabile. Un’aggressione assurda e senza precedenti. La nostra solidarietà alle donne picchiate violentemente da un 24enne del Togo nella stazione di Lecco. Non ci sono parole per descrivere la violenza di quanto accaduto. Situazioni del genere mettono a rischio non solo l’incolumita’ delle persone, come in questa brutale situazione, ma anche la stabilita’ dei territori e rischiano di diffondere ed alimentare un clima di terrore che per mesi abbiamo cercato di combattere”. Cosi’, in una nota congiunta, i deputati e senatori della Lega Giulio CENTEMERO, Roberto Paolo Ferrari, Alessandra Locatelli, Nicola Molteni, Eugenio Zoffili, Paolo Arrigoni e Antonella Faggi. “Abbiamo cercato di fronteggiare un fenomeno immigratorio senza controllo – sottolineano gli esponenti leghisti -, una mercificazione della vita umana, lo sciacallaggio dei benpensanti di sinistra che siedono sui banchi del Governo con i nostri stessi ‘compagni’ di viaggio. Abbiamo cercato in questi 14 mesi di garantire, grazie anche all’importante aiuto delle forze dell’ordine, la sicurezza ai nostri cittadini e, in taluni casi, stigmatizzare fatti di violenza come quello accaduto in questi giorni. E’ nostro dovere ‘restare umani’ soprattutto verso la vita e garantire stabilita’ e sicurezza ai tanti italiani che in questi mesi ci hanno sostenuto e ci hanno aiutato a proseguire nelle nostre battaglie. Dai banchi dell’opposizione continueremo a far valere le nostre idee contrapponendoci ad una classe politica legata al potere, alle poltrone, che teme il giudizio dei suoi cittadini minando la democrazia stessa e piegandosi alla volonta’ di alcune cancellerie internazionali.