(Public Policy) – Roma, 31 ott – “Secondo le ultime notizie di stampa, il presidente di Luxottica avrebbe messo a punto una squadra di advisor dando mandato a Jp Morgan di studiare possibili soluzioni per valorizzare Piazzetta Cuccia.

In attesa del piano industriale, il titolo di Mediobanca è salito ancora dell1% da 10,43¬, tornando sopra i prezzi di carico sia di Unicredit (10,2¬), sia di Vincent Bolloré (9,3¬). Secondo alcune notizie di stampa l’attività di banca d’affari produrrebbe utili non sufficienti per giustificare i costi di struttura di un gruppo diversificato”. Così il deputato della Lega Giulio Centemero, capogruppo Lega in commissione Finanze alla Camera.

“Fonti finanziare riferiscono che Del Vecchio avrebbe già avuto un incontro positivo in Bankitalia, pur non avendo ancora inviato alla Bce la richiesta per salire sopra il 10% di Mediobanca. Ad oggi, secondo ulteriori notizie di stampa, si intravede un piano di Delfin su Generali i cui contorni, finanziari e personali, dipenderanno da molti elementi. In questa chiave è centrale il ruolo di Unicredit, la banca guidata dal francese Jean Pierre Mustier, che di Mediobanca è primo azionista, con l8,8% e che con Del Vecchio è in ottimi rapporti.

Ho deciso dunque di interrogare il Governo per capire quali misure si vogliano intraprendere, poiché non si corre solo il rischio di indebolire il nostro sistema imprenditoriale, ma anche di depotenziare il sistema finanziario italiano consegnando in mani francesi il controllo di due entità fondamentali per l’ecosistema finanziario italiano”. (Public Policy)

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories