Headhunters? Nomine? Cambiano i criteri. Le giravolte del Governo

3

 

Buonasera a tutti e buona festa della mamma da Giulio Centemero su giuliocentemero.com.
La settimana scorsa è emerso dalla stampa che è stato eliminato il ricorso agli headhunters da parte del mef per la scelta dei componenti dei cda delle proprie partecipate. Eppure in occasione del chiarimento reso a richiesta del gruppo Lega in aula il giorno 19 febbraio u.s., il Ministro aveva ribadito la propria ferma intenzione di proseguire la gestione delle  procedure di individuazione dei componenti degli organi sociali delle società partecipate dal MEF secondo le indicazioni contenute nella direttiva del 16 marzo 2017, che prevedeva l’utilizzo appunto degli headhunters al fine di individuare i componenti degli organi societari delle società direttamente controllate dal Mef.
Questa virata ingiustificata rimette alla discrezionalità del ministro la scelta dei soggetti da nominare. Eppure, come rilevato dal ministro stesso in occasione del chiarimento reso in Aula lo scorso 19 febbraio, il ricorso a valutatori significherebbe garanzia del rispetto dei i criteri qualitativi e attitudinali e dunque garanzia di trasparenza.
Questa situazione, insieme al caso di Carmine America, amico di lunga data del ministro degli esteri e (sembrerebbe) privo dei necessari requisiti di imparzialità ed adeguatezza professionale per ricoprire l’incarico cui è stato designato, fanno sorgere qualche interrogativo.
Relativamente a tale situazione ho quindi deciso di presentare un’ulteriore interrogazione al Ministro, nella speranza che ci sia data una risposta chiara e sensata.

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories