Coronavirus. E’ scorretto e puerile da parte di Conte provare a incolpare i governatori, coloro che hanno gestito direttamente la crisi e individuato le soluzioni alla stessa in prima linea. Ora il nostro sforzo è quello di aiutare i medici e la nostra economia a ripartire

2

 

 

 

Buona sera a tutti!
Come parlamentari della Lega cominciammo a chiedere al governo di istituire controlli e quarantene a partire dal 30 gennaio, i nostri presidenti di regione cominciarono a chiedere controlli nelle scuole il 3 febbraio, tanti medici richiesero le stesse misure ma nulla è stato fatto fino al 21 febbraio.
E’ evidente che il Governo per tre settimane non ha svolto i propri compiti e il virus è arrivato dalla Cina senza alcun tipo di barriera.
La situazione è stata gestita a livello locale ed è scorretto e puerile da parte di Conte provare a incolpare i governatori, coloro che hanno gestito direttamente la crisi e individuato le soluzioni alla stessa in prima linea.
Ora il nostro sforzo è quello di aiutare i medici e la nostra economia a ripartire.
Molti amici e parenti che mi chiamano dall’estero hanno una visione distorta di quanto sta avvenendo a Milano; questa mattina ho fatto una passeggiata con mio figlio di due mesi e mezzo, ieri sera sono uscito, sono andato al mercato e sono andato in ufficio. La solita vita di tutti i giorni.
Come possiamo aiutare la nostra economia? Stamane in un’intervista su la Repubblica il ministro Gualtieri dice che chiederà autorizzazione per maggior deficit su Pil a Bruxelles per lo 0,2%, ovvero per circa 3,6 miliardi di Euro. Senza giudicare l’ammontare richiesto credo che lo stesso non verrà utilizzato in maniera efficace perché questo governo ha dimostrato di non avere una visione.
L’intervento sarà come al solito frammentato in base a parrocchie e parrochiette.
In sei mesi di questo governo la nostra economia è peggiorata e avremmo bisogno di scelte chiare per risollevarla: incentivi per la classe media, niente imposte per un ragionevole periodo di tempo per le società situate nelle aree critiche e tanta comunicazione positiva all’estero riguardo l’Italia per trasmetter fiducia nel nostro Paese.
Vi consiglio anche di guardare altri punti di vista rispetto alla presente crisi, come quello espresso da Nassim Taleb sul suo account Twitter.
E’ anche ora che l’Italia e l’Europa implementino riforme strutturali di carattere liberale al di là degli slogan.
Grazie per essere stati con me e a presto!

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories