Centemero (Lega): con short ban prevalso buon senso

1

“Proprio lunedì avevo avanzato la proposta di uno ‘short ban’, ovvero il divieto di vendite allo scoperto e di program trading (il trading speculativo fatto con gli algoritmi), per evitare una impennata della volatilità e speculazioni finanziarie in piena crisi Coronavirus. Consob ieri si è pronunciata in tal senso, sposando quanto avevo richiesto alle autorità competenti mezzo stampa. Infatti, con delibera n. 21301 del 12 marzo 2020, Consob ha deciso di vietare temporaneamente le vendite allo scoperto su 85 titoli azionari italiani Il divieto è stato adottato in applicazione dell’articolo 23 del regolamento (UE) n. 236/2012 in materia di ‘Short Selling’, tenuto conto della variazione di prezzo registrata dai titoli nella giornata del 12 marzo 2020 (superiore alle soglie previste dal citato regolamento)’ ‘Siamo stati i primi come lega ad avanzare questa proposta, che poteva essere l’ unica soluzione di buon senso da applicare in questo momento e per mettere in sicurezza il nostro mercato. Piccoli passi che servono per mettere in sicurezza i risparmi e gli investimenti degli italiani, nell’attesa che la situazione che stiamo attraversando, con dignità e coraggio, possa concludersi quanto prima”. Così il deputato Giulio Centemero, capogruppo della Lega in Commissione Finanze.

SEDE CONSOB TARGA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA’E LA BORSA

Related Posts

Leave a Reply

My New Stories