Categories
Events Personal Blog Press

Webinar: Esg, evoluzione o rivoluzione?

On Monday I’ll moderate a webinar about ESG’s.

Don’t miss it out! [in Italian 🇮🇹]

Categories
Economy Economy and International relations Events Global politica

“Post-COVID Economic Recovery and support to SMEs, Fintech, Venture Capital and Start-Ups” PAM Economic Panel Webinar Meeting

Preliminary Draft Agenda EN (4)

 

Si terrà domani, a partire dalle ore 15, la conferenza dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo dal titolo “Post-COVID Economic Recovery and support to SMEs, Fintech, Venture Capital and Start-Ups”. L’evento è organizzato con il supporto dell’On. Giulio Centemero, capogruppo Lega della commissione Finanze presso la Camera dei Deputati e Co- chair del Panel economico sugli Investimenti e il Commercio dell’organizzazione stessa, e della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, Innexta – Consorzio Camerale Credito e Finanza e la società Noesi.
“Le PMI e le start-up nelle regioni euromediterranee e del Golfo incontrano ostacoli critici nell’accesso ai mercati finanziari a causa dell’assenza di quadri legislativi armonizzati, asimmetrie di informazioni e dalla mancanza di trasparenza. Dopo l’evento dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo (APM) tenutasi a Milano il 4 luglio dell’anno scorso dal titolo Mercati dei capitali alternativi per la crescita economica nel Mediterraneo, l’APM e il suo gruppo di esperti sugli investimenti e commercio nel Mediterraneo, hanno deciso di proseguire il dialogo e realizzare uno dei progetti presentati in quell’occasione, lo “Start Up Market”. Quest’ultimo che riguarda in particolare lo sviluppo di una piattaforma digitale che consenta a imprenditori, start-up e investitori di incontrarsi” così l’on. Giulio Centemero, moderatore dell’evento.
In considerazione delle restrizioni ai viaggi internazionali nella presente fase Covid-19, l’evento non si terrà fisicamente come lo scorso anno presso la prestigiosa sede di Borsa Italiana, ma sarà virtuale. Tuttavia, sarà comunque garantito un alto livello di interlocuzione ed un’operativa che proseguirà poi con l’attivazione di working tables che andranno ad approfondire e sviluppare le tematiche all’ordine del giorno.
Il programma dell’evento, suddiviso in due momenti, prevede nella prima sessione dal titolo “Policies and economic measures for a swift recovery”, l’intervento di S.E. Rania Al-Mashat, Ministro della Cooperazione Internazionale dell’Egitto, On. Liam Byrne, Presidente del Network Parlamentare sulla Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale, On. Margarida Marques, Membro del Parlamento Europeo, Vice-presidente della Commissione Bilancio e Membro della Commissione sugli Affari economici e Monetari, Dott.ssa Isabelle Durant, Vice Segretario Generale dell’UNCTAD, Dott. Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana.
La seconda sessione della conferenza sarà dedicata alle misure necessarie a sostenere la ripresa economica nella fase post-Covid 19. Contribuiranno alla sessione vari interlocutori di alto livello internazionale et italiano, tra cui Ms. Alessandra Priante, Director of Regional Department for Europe, UNWTO – Mr. Bernardo Calzadilla-Sarmiento, Managing Director, Directorate of Digitalization, Technology and Agri-Business, UNIDO – Mr Sufyan Al-Issa, Regional Head of Operations for Middle East and North Africa (MENA) International Finance Corporation (IFC), World Bank Group – Mr. Said El Hachimi, Counsellor at the World Trade Organization – Mr. Enrico Resmini, CEO of the National Innovation Fund of Italy – Mr. Ayman Sejiny, CEO of Islamic Corporation for the Development of the Private Sector – Mr. Massimo Falcioni, CEO of Etihad Credit Insurance, UAE- Prof. Alberto Dell’Acqua, Chairman of Italgas, Associate Professor of Practice of Corporate Finance and Real Estate, SDA Bocconi School of Management.

Parteciperanno anche i rappresentanti di UNIDO e del Consiglio Mondiale dei Viaggi e del Turismo.

“La riunione rappresenta un’opportunità unica per tutti i paesi dell’area euro-mediterranea di confrontarsi sulle misure economiche da adottare, a livello regionale, per sostenere la piccola e media impresa, che è al centro del sistema produttivo e del mercato del lavoro dei nostri paesi” così il segretario generale dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, Ambasciatore Sergio Piazzi.

Categories
Economy Economy and International relations Events Finance, business, entrepreneurship politica

Centemero (Lega). Le dichiarazioni di Cristine Lagarde (BCE) hanno creato un danno ai nostri titoli di stato.

Cristine Lagarde: “non siamo qui per ridurre gli spread dei bonds”.
Questa risposta a un giornalista data alla conferenza stampa delle 15:08 ha sollevato un sell-off generale rispetto ai “govies” italiani e di altri paesi dell’Europa meridionale.
In pochi minuti sono stati bruciati trai 50 e 70 miliardi di Euro nei portfolio degli investitori in BTP. E la giornata non è ancora finita.
Quindi oltre a un QE al di sotto delle aspettative e una politica sui tassi che resta invariata nonostante le condizioni siano decisamente variate, come italiani dobbiamo assistere anche a un danno consistente rispetto ai nostri titoli di stato.
La BCE non mi sembra stia gestendo al meglio.

 

Categories
Economy and International relations Events Finance, business, entrepreneurship

The Government of Missed Opportunities Betrays the South

During the Growth Decree, I, together with the co-speaker Raduzzi of the Five Star party, proposed  the amendment to convert deferred tax assets into tax credits for up to €500 million in the South of Italy. The amendment created the perfect regulatory framework to push forward many business combinations (e.g. generational changes, capitalization and M&As as means of growth) and proposed a suitable platform for banks, namely the Poplare di Bari, to become important Southern aggregators.

Popolare di Bari emerged victorious from the Tercas state aid affair. This was a very important communal win, conveying a positive international image of Italy. In addition to rescuing the banking institute and its bondholders, support was given to the Italian system which, at the time, experienced very difficult circumstances. Considering the number credit assignments, the weight of Tercas was enormous for the Pugliese institute to maintain..

The situation generated a significant amount of DTA which, based on primary and purely accounting standards adopted for growth, could have become tax credits and rectified the Institute’s parameters. Instead, political action by Premier Conte, who yesterday sang victory for the rescue of the Institute but did not work with his Minister of Economy to make a feasible normative law for the South, was missing. The failure to act and to make a decision have increasingly distanced the project from popular integration (there are still subjects that must be helped), which provided a way out for the southern banking system, which is among the weakest economies in Europe. Our DTA amendment made the process possible for the first time.

The operation makes industrial sense, but was born under an unlucky star. Medio Credito Centrale’s customer acquisition was passed off as yet another bailout (using €900 million of taxpayers’ money) from a bank whose parameters (keeping an eye on Google’s Texas ratio) have been long ruptured. As usual, the fruit has been left to ripen until it almost rots.

The same can be said of raising the deductibility of investments in innovative startups from 30% to 40%. The revision was the primary rule in the Budget Law last year but now, according to the Ministry of Economic Development, it is no longer applicable.

In short, our current government is one of missed opportunities and late interventions. We have at our hands a promising regulatory framework and social fabric, however the former often remains a dead letter and the latter is ignored. There is a problem of democracy. Laws drawn up by a parliament elected by the citizens according to universal suffrage, often do not see the light (sometimes implementing decrees or community authorizations are missing). Additionally, the current government in specific, does not distinguish between “peanuts and elephants”.

We wanted to give effective tools to the South. The DTA growth amendment together with the enlargement of the so-called regime of repatriates could have provided a significant increase in the tax-free portion of the Sothern tax base for those, Italian or otherwise, who decided to live, work and create enterprise in the region. Instead, Conte, Di Maio, Gualtieri et al. decided to assist the “undeserving” South with the typical care package rather than with tools that would give the region a competitive advantage I believe it deserves.

 

The usual witch hunt has now begun, as if naming a culprit solves the problems. It is paradoxical to think that with this type of intervention, the bankers that Count Bis would like to punish are called into play again, since shareholders generally have the right of option. It is further paradoxical if we consider that this colorful majority has once again postponed the installation of the Commission of Inquiry into the Banking and Financial System, originally scheduled for 4 September 2019. It is clear that Count Bis considers that medals pinned to the chest matter more than substance, that to designate a guilty party matters more than taking responsibility –– the opposite of what I will teach my son who was born last Friday.

 

 

 

Categories
Economy Economy and International relations Events Finance, business, entrepreneurship Videos

Questa settimana parliamo di: vicenda BIO ON, Borsa Italiana, AIM Italia.

 

Buongiorno a tutti, vorrei commentare con voi la vicenda BIO ON. I numeri della disfatta sono eclatanti: oltre un miliardo di euro di capitalizzazione bruciata e i piccoli azionisti già pronti a costituirsi parte civile. Il crollo di Bion-on a Piazza Affari, il più alto da oltre un anno, ricordiamolo è da ricondurre a un report negativo pubblicato in estate dal fondo americano Quintessential Capital Management che ha posto alcune problematiche sulla tecnologia sviluppata da Bio-on e ha messo sotto osservazione i dati finanziari degli ultimi esercizi, giungendo alla conclusione che Bio-on “sia un ‘castello di carte’, uno schema concepito dal management per arricchirsi sulle spalle degli azionisti…..”. Allora, come sempre accade in questi casi, bisogna spostare l’attenzione sul sistema dei controlli che, alla luce dei fatti, hanno fallito e che rischia di minare, in termini reputazionali, AIM Italia, segmento di Borsa Italiana che invece ha bisogno di certezze e stabilità, affinchè possa rimanere il mercato di riferimento per le piccole e medie imprese italiane (ricordiamolo: con circa 7 miliardi di capitalizzazione). La Lega, da tempo, ritiene AIM Italia un’infrastruttura da tutelare e strategica per la crescita del sistema produttivo italiano, oltre ad un ambiente privilegiato per lo sviluppo di società “innovative” che oggi rappresentano il 30% del listino e saranno sempre più al centro dello sviluppo economico del paese. Dunque cosa fare? Torneremo a sollecitare, da subito, un confronto con il Governo, passando per la Commissione Finanze alla Camera dove è stata depositata una proposta d’indagine conoscitiva sui mercati alternativi del capitale. Di fatto, più che introdurre nuovi obblighi, vanno fatti rispettare quelli esistenti (le regole ci sono), ponendo però l’accento sulle norme di accesso al mercato, che devono rappresentare la vera barriera all’ingresso per società che già in fase di pre-ammissione possano presentare dei punti di debolezza rispetto alla bontà dell’investimento e sulla trasparenza dello stesso.
In manovra al momento non c’è nulla che stimoli i mercati alternativi del capitale e la Lega si impegnerà nel suggerire misure utili per far sì che il caso BIO ON non venga utilizzato come scusa per smettere di sviluppare i canali di finanziamento alternativi a quello bancario.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categories
Economy Economy and International relations Events

La Sezione Bilaterale di Amicizia UIP ITALIA-ARMENIA incontra il Presidente della Commissione Affari Esteri dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Armenia / The UIP Bilateral Friendship Section ITALY-ARMENIA meets the President of the Foreign Affairs Committee of the National Assembly of the Republic of Armenia

 

Questa mattina a Montecitorio, si è tenuto l’incontro tra l’on. Ruben RUBINYAN – Presidente della Commissione Affari Esteri dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Armenia – e la Sezione Bilaterale di Amicizia UIP ITALIA-ARMENIA di cui l’on. Giulio Centemero è Presidente.

Presenti anche l’Ambasciatore della Repubblica di Armenia in Italia, S.E. Victoria Bagdassarian e l’On. Maria Karapetyan, nonché i parlamentari italiani Roberto Bagnasco, Massimiliano Capitanio, Umberto Buratti, Paolo Formentini.

Ha aperto i lavori il Presidente della Sezione Bilaterale, on. Giulio Centemero che ha ribadito la necessità di proseguire nel dialogo sui temi di interesse comune, ampliare i rapporti culturali e sviluppare i temi turistici e tecnologici.

All’ incontro è stata comunicata anche l’intenzione del Primo Ministro armeno, Nikol Pashinyan, protagonista della Rivouzione di velluto, di recarsi in Italia il prossimo 28 ottobre.

“L’Armenia è uno stato che ha subito dei duri attacchi nel corso della storia, ma è riuscito a rialzarsi e credere nel suo grande potenziale umano. Per questo è nostro interesse proseguire e rafforzare i rapporti diplomatici tra i due paesi” ha concluso l’on. Centemero.

 

 

 

This morning at the Chamber of Deputies in Rome a meeting between the Honorable Ruben RUBINYAN MP – chairman of the Committee on Foreign Affairs at the National Assembly of the Republic of Armenia – and the Bilateral Friendship Section of the Interparliamentary Union Italy – Armenia chaired by the Honorable Giulio Centemero MP.
Mr. Rubinyan took part at the meeting together with the Ambassador of the Republic of Armenia in Italy, her Excellency Victoria Bagdassarian and the Honorable Maria Karapetyan also took place at the meeting, while for the Friendship section the Honorable Roberto Bagnasco MP, Massimiliano Capitanio MP, Umberto Buratti MP and Paolo Formentini MP took place at the meeting.
Chairman Centemero opened the meeting highlighting the need to go on in the dialogue on matters of common interest, widen the cultural relations and develop ICT and touristic relations.
During the meeting it has been communicated that Prime Minister Nikol Pashinyan, protagonist of the Velvet Revolution, is willing to visit Italy on the 28th October.
“Armenia is a nation that passed through a lot during history and had always been able to stand back on its feet and believe in its great human potential. This is one of the reasons why we have to strengthen our diplomatic relations” concluded Centemero.

Categories
Business Economy Events Personal Blog

Giulio Centemero. I fatti della settimana politica italiana. Dai dati sull’indice di gradimento di questo nuovo governo all’esclusione del NORD, dall’aumento delle tasse agli attacchi nei confronti della Democrazia.

https://youtu.be/QkNVcGOlXUs

Categories
Economy and International relations Events Global Personal Blog Press

League Party MP and co-chair of the Economic Panel of the Parliamentary Assembly of the Mediterranean, Giulio Centemero, visited the UK Lebanon Tech Hub incubator in Beirut, Lebanon and met its chief executive Nadim Zaazaa on Friday.

https://www.adnkronos.com/aki-en/politics/2019/08/30/league-party-lawmaker-visits-lebanon-tech-hub_TFAF4BqGNQBun4IrWirz7H_amp.html

Categories
Economy Economy and International relations Events Finance, business, entrepreneurship Videos

Giulio Centemero. I fatti della settimana.

Categories
Economy and International relations Events Global Personal Blog Press Videos

Giulio Centemero: i fatti della settimana.