Categories
Business Economy Economy and International relations Personal Blog politica Videos

Borsa S.p.A. – the bidders

Hello and good afternoon by giuliocentemero on giuliocentemero.com.
According to the press there are three offers for the LSEG bid on Borsa Italiana: the duo CDP-Euronext, the Swiss based Six and Deutsche Boerse. No one expected such an interest on our stock exchange and, I would say, this is a good sign.
What’s the best candidate? Well it has to be an international group granting autonomy, investments, technology and new investors, i.e. new liquidity for our enterprises. In particular the new business plan should focus on the SMEs, backbone of the Country, and have a solid plan for the MTS, the Public Debt platform that, for a Country with a huge debt like Italy is key for our future.
The press is talking a lot about the statement of Mr. Gualtieri, Minister of the Economy, in which he hopes the new shareholder will be from the Eurozone and that the government can activate the Golden Power. Without trying to understand the ultimate meaning of these words I think the Italian legal scenario it’s clear to all the bidders and the Minister’s press releases is definitely redundant, furthermore concerning the eurozone concept it has to be noticed that Euronext and Deutsche Boerse are public companies, so in principle subject to scaling by global investors, and they are already participated by a majority of non EU subjects. Markets are global, and as long as rules are respected, should be open to everyone. Well I didn’t like the words of Mr. Gualtieri because they give an idea of a government willing to limit opportunities while Italians are open to business.

Categories
Business Economy Economy and International relations politica

Centemero (Lega). Borsa. Necessario equilibrio per garantire imparzialità.

“Rispetto a eventuali interpretazioni delle parole del Ministro Gualtieri richiamo alla necessità di un atteggiamento neutrale ed equilibrato in un processo così delicato gestito da una società quotata” così Giulio Centemero, capogruppo Lega in Commissione Finanze.

Categories
Economy Economy and International relations Events Global politica

“Post-COVID Economic Recovery and support to SMEs, Fintech, Venture Capital and Start-Ups” PAM Economic Panel Webinar Meeting

Preliminary Draft Agenda EN (4)

 

Si terrà domani, a partire dalle ore 15, la conferenza dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo dal titolo “Post-COVID Economic Recovery and support to SMEs, Fintech, Venture Capital and Start-Ups”. L’evento è organizzato con il supporto dell’On. Giulio Centemero, capogruppo Lega della commissione Finanze presso la Camera dei Deputati e Co- chair del Panel economico sugli Investimenti e il Commercio dell’organizzazione stessa, e della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, Innexta – Consorzio Camerale Credito e Finanza e la società Noesi.
“Le PMI e le start-up nelle regioni euromediterranee e del Golfo incontrano ostacoli critici nell’accesso ai mercati finanziari a causa dell’assenza di quadri legislativi armonizzati, asimmetrie di informazioni e dalla mancanza di trasparenza. Dopo l’evento dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo (APM) tenutasi a Milano il 4 luglio dell’anno scorso dal titolo Mercati dei capitali alternativi per la crescita economica nel Mediterraneo, l’APM e il suo gruppo di esperti sugli investimenti e commercio nel Mediterraneo, hanno deciso di proseguire il dialogo e realizzare uno dei progetti presentati in quell’occasione, lo “Start Up Market”. Quest’ultimo che riguarda in particolare lo sviluppo di una piattaforma digitale che consenta a imprenditori, start-up e investitori di incontrarsi” così l’on. Giulio Centemero, moderatore dell’evento.
In considerazione delle restrizioni ai viaggi internazionali nella presente fase Covid-19, l’evento non si terrà fisicamente come lo scorso anno presso la prestigiosa sede di Borsa Italiana, ma sarà virtuale. Tuttavia, sarà comunque garantito un alto livello di interlocuzione ed un’operativa che proseguirà poi con l’attivazione di working tables che andranno ad approfondire e sviluppare le tematiche all’ordine del giorno.
Il programma dell’evento, suddiviso in due momenti, prevede nella prima sessione dal titolo “Policies and economic measures for a swift recovery”, l’intervento di S.E. Rania Al-Mashat, Ministro della Cooperazione Internazionale dell’Egitto, On. Liam Byrne, Presidente del Network Parlamentare sulla Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale, On. Margarida Marques, Membro del Parlamento Europeo, Vice-presidente della Commissione Bilancio e Membro della Commissione sugli Affari economici e Monetari, Dott.ssa Isabelle Durant, Vice Segretario Generale dell’UNCTAD, Dott. Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana.
La seconda sessione della conferenza sarà dedicata alle misure necessarie a sostenere la ripresa economica nella fase post-Covid 19. Contribuiranno alla sessione vari interlocutori di alto livello internazionale et italiano, tra cui Ms. Alessandra Priante, Director of Regional Department for Europe, UNWTO – Mr. Bernardo Calzadilla-Sarmiento, Managing Director, Directorate of Digitalization, Technology and Agri-Business, UNIDO – Mr Sufyan Al-Issa, Regional Head of Operations for Middle East and North Africa (MENA) International Finance Corporation (IFC), World Bank Group – Mr. Said El Hachimi, Counsellor at the World Trade Organization – Mr. Enrico Resmini, CEO of the National Innovation Fund of Italy – Mr. Ayman Sejiny, CEO of Islamic Corporation for the Development of the Private Sector – Mr. Massimo Falcioni, CEO of Etihad Credit Insurance, UAE- Prof. Alberto Dell’Acqua, Chairman of Italgas, Associate Professor of Practice of Corporate Finance and Real Estate, SDA Bocconi School of Management.

Parteciperanno anche i rappresentanti di UNIDO e del Consiglio Mondiale dei Viaggi e del Turismo.

“La riunione rappresenta un’opportunità unica per tutti i paesi dell’area euro-mediterranea di confrontarsi sulle misure economiche da adottare, a livello regionale, per sostenere la piccola e media impresa, che è al centro del sistema produttivo e del mercato del lavoro dei nostri paesi” così il segretario generale dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, Ambasciatore Sergio Piazzi.

Categories
Business Economy Economy and International relations politica

CENTEMERO (LEGA): OCCASIONE PERSA SU CREDITO IMPOSTA

“Ennesimo parere contrario alla nostra proposta di estensione del credito di imposta per quotazione. Un’altra occasione persa per dare un segnale positivo alle nostre imprese che, in un momento così delicato, decidono comunque di quotarsi in Borsa o accedere a portali di equity crowdfunding. Il Governo ha respinto la nostra proposta durante l’esame del decreto Rilancio adducendo pareri poco chiari e prevedendo per lo più effetti negativi non meglio precisati. Il solito burocratese per dire che la proposta non è attuabile”. Così il deputato Giulio Centemero, capogruppo Lega in commissione Finanze della Camera. “L’emendamento – spiega Centemero – prevedeva infatti l’estensione del credito d’imposta spettante in relazione ai costi di consulenza finalizzati all’ammissione alla quotazione in un mercato regolamentato o in sistemi multilaterali di negoziazione di uno Stato membro dell’Unione Europea o dello spazio economico Europeo estendendolo a tutte le imprese italiane, comprese quelle che non presentassero i requisiti di Pmi ai sensi della raccomandazione 2003/361/CE della Commissione del 6 maggio 2003, nonché ai portali di equity crowdfounding iscritti all’apposito registro del regolamento Consob 18952/2013. L’idea era quella di incentivare le nostre imprese e dare loro un minimo di respiro, ma dello stesso avviso non è chiaramente questo Governo come già ne ha dato prova preoccupandosi più delle passerelle e dei proclami da avanspettacolo”.

Categories
Economy Economy and International relations

Fase 3: Lega, su posticipo Imu Stato scollegato da realtà 

“Sul posticipo dell’Imu lo Stato arriva ancora una volta tardi. Con la risoluzione Mef datata 8 giugno, il Dipartimento Finanze ha chiarito che l’ente locale stesso può stabilire se e come far slittare la data ultima per il versamento. Alcuni Comuni, per la quota Imu di loro spettanza, hanno già provveduto autonomamente a far posticipare il termine del 16 giugno, cosa che invece non ha fatto lo Stato per la quota ad esso riservata. Ancora una volta, Sindaci vicini alla gente e Stato scollegato dalla realtà. Stato che, peraltro, mantiene ancora al 31 luglio il termine per la verifica degli equilibri dì bilancio. Purtroppo però i Comuni sono stati lasciati soli nella gestione degli adempimenti tributari e pochi di loro potranno quindi garantire la proroga della scadenza Imu. Sarebbe stato sufficiente, invece, utilizzare Cassa Depositi e Prestiti per un’anticipazione di cassa per tre mesi, così da permettere a tutti i Comuni di spostare la scadenza del 16 giugno prossimo per il pagamento dell’Imu”.
Lo dicono in una nota i deputati Lega della Commissione Finanze Massimo Bitonci, Alberto Gusmeroli, Laura Cavandoli, Giulio Centemero, Silvia Covolo, Francesca Gerardi, Alessandro Pagano, Paolo Paternoster, Leonardo Tarantino.
Categories
Economy and International relations politica Press

Centemero (Lega). Task force Colao. Nessun rilancio Italia 2020-2022. Operazione di maquillage e pochi contenuti

 

 

“Non è cambiato nulla né nel contenitore, né nel contenuto. Questo Governo si conferma ancora una volta privo di qualsiasi strategia e incapace di creare strumenti adeguati per la ripresa della nostra economia. Deludente la proposta della task force che non ha fatto altro che riprendere idee preesistenti e metterle a sistema in un vero e proprio decalogo professorale ” così Giulio Centemero, capogruppo Lega finanze dopo la divulgazione delle slides che riepilogano le attività svolte dal comitato di esperti voluto dal governo e guidato dal manager Vittorio Colao.
“Incentivi in innovazione e Start up innovative, che risultano essere una brutta copia di quanto già proposto in precedenza e che non ha mai avuto un riscontro positivo dalla maggioranza. E’ totalmente assente una valutazione sui conti pubblici e le ricadute che, dunque, tali misure avranno sulla nostra economia. Non si parla di proposte concrete per il futuro e tanto meno vengono toccati i temi strategici sui quali sarebbe necessario investire, come il Fintech. Poco trattate le tematiche in campo scolastico e sanitario. Formulazioni e proposte deludenti, che non portano nulla di nuovo se non un restyling di ciò che già esiste con il rischio di disperdere risorse e capitale umano. Un nulla di fatto come consuetudine di questo esecutivo”. Conclude Centemero.

Categories
Economy Economy and International relations

Centemero: per ripartire contributi a fondo perduto, Flat tax, pace fiscale e reshoring

https://finanza.repubblica.it/mobile/News/2020/05/13/centemero_per_ripartire_contributi_a_fondo_perduto_flat_tax_pace_fiscale_e_reshoring-57/

Categories
Economy and International relations politica Videos

Headhunters? Nomine? Cambiano i criteri. Le giravolte del Governo

 

Buonasera a tutti e buona festa della mamma da Giulio Centemero su giuliocentemero.com.
La settimana scorsa è emerso dalla stampa che è stato eliminato il ricorso agli headhunters da parte del mef per la scelta dei componenti dei cda delle proprie partecipate. Eppure in occasione del chiarimento reso a richiesta del gruppo Lega in aula il giorno 19 febbraio u.s., il Ministro aveva ribadito la propria ferma intenzione di proseguire la gestione delle  procedure di individuazione dei componenti degli organi sociali delle società partecipate dal MEF secondo le indicazioni contenute nella direttiva del 16 marzo 2017, che prevedeva l’utilizzo appunto degli headhunters al fine di individuare i componenti degli organi societari delle società direttamente controllate dal Mef.
Questa virata ingiustificata rimette alla discrezionalità del ministro la scelta dei soggetti da nominare. Eppure, come rilevato dal ministro stesso in occasione del chiarimento reso in Aula lo scorso 19 febbraio, il ricorso a valutatori significherebbe garanzia del rispetto dei i criteri qualitativi e attitudinali e dunque garanzia di trasparenza.
Questa situazione, insieme al caso di Carmine America, amico di lunga data del ministro degli esteri e (sembrerebbe) privo dei necessari requisiti di imparzialità ed adeguatezza professionale per ricoprire l’incarico cui è stato designato, fanno sorgere qualche interrogativo.
Relativamente a tale situazione ho quindi deciso di presentare un’ulteriore interrogazione al Ministro, nella speranza che ci sia data una risposta chiara e sensata.

Categories
Business Economy and International relations Personal Blog politica Press

DEF. Da Conte e Gualtieri calcoli spannometrici e previsioni approssimative

 

 

 

E’ incredibile come l’avvocato di Voltura Appula, da accademico prestato alla politica, sia passato in poco tempo dall’essere il mite ed ecumenico mediatore del Governo Lega  – 5 stelle, all’ago della bilancia di un precario equilibrio fatto a colpi di Twitter tra le belle anime del suo Governo centrale. Pensare che fino a due anni fa, buona parte dell’Italia ignorava la miracolosa ascesa dell’avvocato del popolo, che ci sta indebitando a tal punto da portarci sulla via del non ritorno.
Ma siccome i colpi di scena fanno parte dei coreografici e teatrali interventi di Conte e al peggio non c’è mai una fine, ci siamo trovati proprio in questi a leggere attentamente il DEF, che oggi arriverà in Aula con lo scostamento di bilancio.
Fin qui tutto bene, non fosse che è previsto un incremento del deficit di 55 miliardi, mentre secondo i tecnici del MEF il 2020 si chiuderà con un saldo netto da finanziare di 155 miliardi di euro. Premetto che la matematica non è un opinione e che non sempre i due numeri convergono esattamente. Ma la differenza tra i due addendi? Udite, Udite! Sarà la zavorra che ci porteremo sul “groppone” per i prossimi anni e che blinderà la nostra economia. Insomma hai nostri figli lasceremo in eredità questo capitolo triste della nostra storia che non sarà facilmente dimenticato a causa dell’ingente debito che ricadrà indistintamente sulle nuove generazioni.
Ma non è finita. Si attende con trepidante attesa un’altra sciagura. Il seguito del “CuraItalia” che come un effetto domino, non andrà evidentemente a correggere le storture del precedente provvedimento ma siamo sicuri sarà in grado di amplificarne le conseguenze.La ciliegina sulla torta non poteva mancare ed è arrivata con la imperturbabile, fino a ieri, Bankitalia. In audizione infatti, il capo del servizio struttura economica di Via Nazionale, ha severamente “bacchettato” il Dl Liquidità lanciando un grido di allarme per le casse dello stato poiché si prevede che buona parte dei prestiti che lo stato erogherà per le imprese, non verranno restituiti a causa delle scure delle crisi. Insomma: calcoli spannometrici e previsioni approssimative che non si adicono alla levatura del fine statista che in questi giorni imperversa sulle pagine dei giornali come un condottiero pronto a liberare il Paese dalla scure del coronavirus. In realtà l’Italia avrebbe solo bisogno di liberarsi di lui, dell’Avvocato di Appula divenuto presidente per acclamazione popolare (?!?) e della sua improbabile maggioranza.

 

GC.

Categories
Business Economy Economy and International relations Videos

Coronavirus. Health and economy. My analysis

 

Good evening everybody by Giulio Centemero on giuliocentemero.com.
The New York Times published a nice article about Covid 19 crisis in Italy which I invite you to read, it’s on this morning paper version and yesterday’s online one.
In this crisis health is our primary concern, then comes the economy.
Currently for the investors Cash is King and our enterprises lack of liquidity. On the 13th March, before Covid 19 Economic Decree was issued, I proposed that shareholders’ meetings could be held virtually instead of being postponed. Talking about listed companies dividends deliberated would be equal to some 25 billions, out of which 12 would be cashed within June by the shareholders, injecting some liquidity in the real economy in a period in which it is really needed. Article 106 of the economic decree on Covid 19 crisis is provided that shareholders’ meetings can be postponed but paragraph two grants the possibility to all companies to hold virtual meetings while paragraph four states that listed companies have to chose a designated representative. At the moment listed companies are following paragraph 4 and I believe the government should clarify this matter; the designated representative can meet obstacles and meetings would have to be rescheduled. In 2020 holding virtual shareholers’ meetings should be something common and not unusual and it’s time for our Country to keep up with the times. Same thing should be said for the Parliament that has to be summoned, in case also using the available technology.